10 marzo 2013

Parco nazionale Chaco (Nuovo Messico - USA)

Parco nazionale Chaco (Nuovo Messico - USA) - Le Meraviglie della Natura


Il Parco nazionale storico della cultura Chaco è un parco nazionale storico degli Stati Uniti e patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Possiede la più densa ed eccezionale concentrazione di pueblo dell'America sud-occidentale.
Il parco si trova nel nord-ovest del Nuovo Messico, tra Albuquerque e Farmington, in una vallata quasi inaccessibile tagliata dal Chaco Wash.
Presenta il più ricco assortimento di rovine a nord del Messico, e conserva una delle più affascinanti aree storiche e culturali d'America. Tra il 900 ed il 1150 il canyon Chaco fu uno dei principali centri culturali degli antichi Pueblo. I Chacoani estrassero blocchi di arenaria e trascinarono legname da grande distanza, assemblando quindici dei maggiori complessi rimasti in America settentrionale fino al XIX secolo.
L'archeoastronomia ha evidenziato nella cultura Chaco la presenza di conoscenze astronomiche, portando come esempio l'incisione rupestre del "Sun Dagger" presso Fajada Butte. Molti edifici Chacoani erano allineati per poter registrare i cicli solari e lunari, il che ha sicuramente richiesto generazioni di osservazioni astronomiche e secoli di conoscenza. Si pensa che i mutamenti climatici abbiano costretto i Chaco ad emigrare abbandonando il canyon, in corrispondenza dell'inizio di 50 anni di siccità nel 1130.
Patrimonio dell'umanità situato nell'arida e inospitale regione dei Four Corners, i siti culturali dei Chaco sono fragili; il rischio di erosione causato dai turisti ha portato ad esempio alla chiusura al pubblico di Fajada Butte. I luoghi sono considerati sacri da tempo immemorabile dagli Hopi, dai Navajo e dai Pueblo, i quali continuano a tramandare tradizioni orali narranti della storica migrazione da Chaco e della relazione spirituale con la terra.
Nonostante gli sforzi di conservazione del parco confliggano spesso con le credenze religiose dei nativi, alcune rappresentanze tribali cooperano strettamente con il Servizio dei Parchi nazionali al fine di condividere la loro conoscenza e il rispetto del patrimonio della cultura chacoana

Il Chaco Canyon si trova all'interno del bacino fluviale del San Juan, situato sul vasto altopiano del Colorado e circondato dai monti Chuska a ovest, dalle montagne San Juan a nord e dalle montagne San Pedro a est. Gli antichi Chacoani usavano la densa foresta di querce, pinyon pine, pini gialli e ginepri al fine di ottenere legna ed altre risorse.
Il canyon stesso, situato in un terreno circoscritto da dune, colline e montagne, corre sulla direttiva da nord-est a sud-ovest ed è delimitato da massicci piatti conosciuti come mese.
Le ampie aperture tra le pareti (i lati del canyon sono noti come rincons) incanalavano le potenti piogge nel canyon, aumentando i livelli locali di precipitazioni.
I principali complessi chacoani, come Pueblo Bonito, Nuevo Alto e Kin Kletso, raggiungono altezze tra i 1.890 ed i 1.963 metri.
Il fondo è formato da sedimenti alluvionali, che degradano da nord-est verso il basso con un'inclinazione di 6 metri al chilometro; esso è tagliato dal Chaco Wash, un arroyo che porta raramente acqua.
La più capiente falda acquifera del canyon si trova ad una profondità tale da renderla inaccessibile agli antichi Chacoani; solo alcune minori e più superficiali erano dotate di sorgenti utilizzate dai nativi. In superficie l'acqua non è quasi mai visibile, eccetto che nel caso di temporali che riempiono temporaneamente gli arroyo.

Essendo una regione arida con arbusti e steppe desertiche, il canyon ed il bacino circostante raccolgono circa 20 cm di piogge annuali; il parco ne raccoglie in media 231,1 mm.
Il Chaco Canyon si trova sottovento rispetto alle grandi montagne meridionali ed occidentali, il che causa la scarsa umidità della regione.
La regione è soggetta a quattro stagioni diverse, con la maggior parte delle piogge concentrate tra luglio e settembre, ed il periodo secco tra maggio e giugno.
Le precipitazioni orografiche, dovute al contatto tra nuvole e montagne, sono responsabili di buona parte delle piogge estive ed invernali; le piogge aumentano con l'aumentare dell'altitudine.
Alcuni anni possono mostrare uno spostamento verso nord della zona di convergenza intertropicale, il che causa un deciso aumento delle precipitazioni.
L'area del Chaco Canyon è caratterizzata anche da notevoli estremi climatici: la temperatura misurata spazia dai -39 °C ai 39 °C, e sono stati misurati sbalzi termici giornalieri di 30 gradi.
In media si registrano meno di 150 giorni l'anno senza brina, ed il clima locale può passare da anni di intense piogge ad altri di estrema siccità. L'enorme influenza sul canyon di El Niño contribuisce a questa variabilità del clima

- Leggi l'articolo completo su Wikipedia 
- Articolo sul sito dell'UNESCO 
- Cerca Hotel nelle vicinanze

Parco nazionale Chaco (Nuovo Messico - USA) - Le Meraviglie della Natura

Parco nazionale Chaco (Nuovo Messico - USA) - Le Meraviglie della Natura

Parco nazionale Chaco (Nuovo Messico - USA) - Le Meraviglie della Natura

Parco nazionale Chaco (Nuovo Messico - USA) - Le Meraviglie della Natura

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento